Intermediario assicurativo (Ultima modifica: 20 dicembre 2010)

A. DEFINIZIONE

1. Chi è intermediario assicurativo?

Ai sensi dell’art. 40 della legge sulla sorveglianza degli assicuratori (LSA; SR 961.01), con la defini-zione di intermediari assicurativi si intendono tutte le persone che offrono o stipulano contratti assicurativi. Di questa categoria fanno parte i mediatori, i broker, i consulenti assicurativi neutrali, nonché il servizio esterno delle compagnie d’assicurazione.

2. Ci sono eccezioni a questa regolamentazione?

Esclusivamente gli intermediari di indirizzi e gli inhouse-broker delle ditte non vanno considerati come intermediari assicurativi ai sensi della legge.

3. Quali novità vigono ora per gli intermediari assicurativi?

A partire dal 1° gennaio 2006, ogni intermediario deve adempiere agli obblighi all’informazione, non appena prende contatto con un nuovo cliente (LSA, art. 45). Un portafoglio di clienti già esistente non deve essere informato immediatamente. È sufficiente informare il cliente che già è tale in occasione del seguente contatto fisico oppure della seguente formulazione di un’offerta.

B. ISCRIZIONE AL REGISTRO

4. Tutti gli intermediari assicurativi devono farsi iscrivere nel registro?

No, devono farsi iscrivere nel registro soltanto gli intermediari assicurativi che non sono vincolati a un’impresa d’assicurazione né giuridicamente, né economicamente, né in altro modo (LSA, art. 43, cpv. 1).

5. Chi ha il diritto di farsi iscrivere?

I restanti intermediari assicurativi hanno il diritto di farsi iscrivere nel registro (LSA, art. 43, cpv. 2). In termini concreti, si tratta in primis del servizio esterno delle imprese d’assicurazione. L’art. 183 dell’ordinanza sulla sorveglianza (OS; SR 961.011) fornisce a tale proposito ulteriori delucidazioni.

6. Le ditte che lavorano come intermediarie assicurative non vincolate devono farsi iscrivere nel registro?

Le persone giuridiche (Società anonime, Società a responsabilità limitata, Cooperative, Fondazioni, Società, Istituti) soggiacciono all’obbligo dell’iscrizione nel registro. Le ditte con altre forme giuridiche (come le società individuali, le società con ragione commerciale individuale, le società collettive e in accomandita) devono annunciarsi come persone fisiche.

7. Devono farsi iscrivere anche gli impiegati delle ditte risp. chi si occupa dell’assistenza alla clientela per conto di persone fisiche?

Anche gli intermediari assicurativi impiegati in un’impresa (per la definizione, vedi sopra) devono farsi registrare. Ciò vale anche per chi si occupa dell’assistenza alla clientela per conto di persone fisiche.

8. Ci sono impiegati che non devono farsi iscrivere nel registro?

Gli impiegati senza responsabilità nei confronti della clientela non devono farsi iscrivere nel registro. Ciò vale, ad esempio, per il personale che non lavora nell’assistenza alla clientela, come il backoffice, gli addetti alla contabilità, gli informatici, il personale addetto al ricevimento, i telefonisti/le telefoniste.

C. CONDIZIONI PER L'ISCRIZIONE

9. Quali sono le condizioni per una registrazione?

a) Una persona che assiste la clientela deve poter comprovare una sufficiente qualificazione professionale.

b) Una ditta che soggiace all’obbligo di farsi registrare (persona giuridica) deve avere un numero sufficiente di persone qualificate addette all’assistenza alla clientela.

c) L’intermediario assicurativo/L’intermediaria assicurativa deve aver stipulato un’assicurazione di responsabilità civile professionale o deve potere fornire garanzie finanziarie equivalenti (LSA, art. 44).

d) Bisogna adempiere alle condizioni a livello personale

Nell’art. 186, cpv. 1 dell’OS si stabilisce che per la copertura della responsabilità civile derivante dalla violazione dell’obbligo di diligenza professionale, l’intermediario assicurativo deve disporre di un’assicurazione di responsabilità civile per danni patrimoniali. La somma assicurata per tutti i casi di danno di un anno deve ammontare ad almeno 2 milioni di franchi.

10. Cosa significa sufficiente qualificazione professionale?

Gli intermediari assicurativi devono essere in possesso di una formazione ufficiale riconosciuta dalla FINMA.

11. Quali sono le formazioni riconosciute come equivalenti dalla FINMA?

Svizzera:
- Intermediario assicurativo AFA
- Attestato federale di perito/a in assicurazioni
- Diploma federale di esperto/a in assicurazioni
- Attestato federale di Financial planner
- Diploma federale di esperto/a in Financial planning
- Master of Advanced Studies in Financial Consulting (prima: NDS Financial Consultant FH)
- CIB Chartered Insurance Broker
- Consulente finanziario/a diplomato/a IAS con modulo assicurazione
- Diploma della scuola superiore specializzata d'assicurazione
- Assistente d’assicurazione AFA - equivalenza parziale - esenzione dall'obbligo di sostenere l'esame scritto